LA RIVIERA

Da vedere

10 cose da fare a San Benedetto del Tronto

10 cose da fare a San Benedetto del Tronto

Torri, chiese, mercati e un lungomare da favola raccolti in 10 cose da fare a San Benedetto del Tronto, la Riviera delle Palme!

San Benedetto del Tronto è la Riviera della Palme: tra i viali e i giardini della città se ne contano addirittura 8000! E poi la spiaggia, lunghissima, bandiera blu ininterrottamente dal 1999, il porto peschereccio più importante dell’Adriatico e la tradizione culinaria marinara che si esalta con il celebre brodetto alla sambenedettese, insomma un luogo da visitare, gustare e tenere nel cuore! Ecco 10 cose da fare e vedere a San Benedetto del Tronto!

Veduta panoramica della spiaggia di San Benedetto del Tronto

1. A spasso sul lungomare

Incorniciato da file delle onnipresenti palme, pini marittimi, siepi e piante tropicali, il lungomare cittadino è una vera oasi di tranquillità e benessere. Lungo quasi cinque chilometri, è percorribile sia a piedi che in bicicletta, ed è la zona della città più frequentata dai turisti. Dieci giardini botanici, aree di svago e addirittura una pista da ballo, la Palazzina azzurra, ne fanno il vero orgoglio dei sambenedettesi.

2. La rotonda Giorgini e il centro città

Per gli amanti dello shopping il centro di San benedetto, con le sue boutiques e i suoi negozi è un piccolo mondo da esplorare. Una sosta alla fontana della rotonda Giorgini, nell’ampia area pedonale, ad ammirare le opere di Ugo Nespolo e Mark Kostabi renderà ancor più interessante la vostra passeggiata!

3. Un po’ di storia al Museo del Mare

Un grande contenitore di storia, cultura e tradizioni, ecco quello che rappresenta oggi il complesso espositivo del Museo del Mare. L’area museale, dislocata presso il molo nord del porto cittadino, è composta da sei zone distinte: il Museo delle Anfore, che raccoglie reperti provenienti da tutto il Mediterraneo, l’Antiquarium Truentinum, il Museo Ittico con i suoi fossili e gli acquari, il Museo della Civiltà Marinara delle Marche, vero esempio di memoria storica locale, la Pinacoteca del Mare e infine il Museo d’Arte sul Mare. Passeggiare tra le opere d’arte a due passi dagli scogli, cullati dal rumore del mare, è un esperienza unica!

4. Il Paese Alto

L’antico borgo fortificato, situato strategicamente nella parte alta della città, si sviluppa intorno alla chiesa di San Benedetto Martire e merita di essere inserito tra le tappe del nostro viaggio. In particolare una visita la si deve alla Torre dei Gualtieri, dalla particolare pianta esagonale, chiamata anche “lu Campanò” per via delle due enormi campane posizionate al suo interno, che per secoli è stata il simbolo di San Benedetto.

Alba sotto il Torrione

5. Il Mercato ittico al porto

L’odierno mercato del pesce all’ingrosso, una vera istituzione per la città, venne realizzato nel 1936 in stile pompeiano sulle ceneri del primo mercato datato 1886. Assistere all’arrivo dei pescherecci, al lavoro dei marinai e dei pescatori e all’allegra confusione delle compravendite vi farà scoprire il carattere gioviale dei sambenedettesi e l’importanza della tradizione marinara del luogo.

6. I Musei Sistini del Piceno

Si tratta di una rete di musei di arte sacra che conta ben dieci sedi espositive nel territorio di competenza della Diocesi di San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto. Il museo di San Benedetto si trova accanto alla cattedrale ed al suo interno presenta le opere più significative legate ai santi martiri della diocesi locale, in una rassegna che va dalle origini fino ai giorni nostri.

7. La Cattedrale della Madonna della Marina

La chiesa più bella di San Benedetto del Tronto, oltre ad essere una preziosa testimonianza architettonica in stile rinascimentale, impreziosita da affreschi e bassorilievi, al suo interno custodisce l’ “Albo dei Caduti Civili del mare”, un toccante elenco dei marittimi sambenedettesi che negli anni hanno perso la vita durante lo svolgimento del proprio duro lavoro.

Madonna della Marina

8. Il Monastero di Santa Speranza

Se state cercando un’esperienza spirituale o siete solo curiosi di vedere da vicino la vita delle monache di clausura, potreste passare qualche giorno nel monastero situato nel centro di San Benedetto. Le suore, che organizzano attività legate alla fede cristiana, lezioni, corsi ed eventi spirituali, saranno felici di ospitarvi nelle stanze della foresteria.

9. Dall’alto del Faro Storico

Ed ecco il punto di vista migliore da cui osservare la città! Dai suoi 31 metri di altezza la terrazza del Faro è il luogo ideale dove restare a contemplare il placido Mar Adriatico e l’abitato circostante. In funzione dal 1957, il Faro di San Benedetto del Tronto è ancora oggi, con il suo fascio di luce che si proietta per circa 40 chilometri, un elemento vitale per la navigazione lungo il tratto di mare tra Ancona ed Ortona.

10. La Riserva Naturale Regionale della Sentina

Al confine meridionale del territorio comunale di San benedetto del Tronto si trova la piccola area protetta della Sentina. Nonostante le dimensioni, appena 180 ettari, la zona è costituita da ambienti particolari e sempre più difficili da trovare data la costante urbanizzazione del territorio. La Riserva tutela cordoni sabbiosi, praterie salmastre e zone umide che sono inoltre un rifugio sicuro per numerose specie di uccelli migratori, anfibi e rettili. L’area è visitabile anche in bicicletta!

Sentina in bici